Gioco d'azzardo patologico

Gioco d’azzardo patologico

Come uscire dal problema del gioco d’azzardo patologico

Le scommesse possono essere un serio problema per molte persone. Il gioco d’azzardo patologico, chiamato anche ludopatia, può distruggere la vita di una persona e dei suoi cari. Inoltre spesso causa problemi personali e la rovina finanziaria. Il problema del gioco d’azzardo a volte può anche portare a mettere in atto comportamenti criminali.

Che cos’è il disturbo da Gioco d’Azzardo

Un giocatore compulsivo, o patologico, è una persona che non è in grado di resistere ai suoi impulsi di scommettere. Ciò porta a gravi conseguenze personali e sociali. L’impulso a giocare diventa così forte che la tensione può essere alleviata solo attraverso ulteriore gioco.

C’è una linea molto sottile tra il disturbo da gioco d’azzardo e il gioco d’azzardo sano. Il segno critico del problema del gioco d’azzardo è spesso nascosto nella consapevolezza o nella negazione. Molti giocatori d’azzardo in genere non sanno di avere un problema. Ammettere di avere un problema è il primo passo per il recupero. Sfortunatamente questa realizzazione normalmente emerge solo quando un giocatore d’azzardo tocca il fondo ed è obbligato a chiedere aiuto.

Quali sono i sintomi del disturbo da gioco d’azzardo?

Come faccio a sapere se sono un giocatore compulsivo o patologico?

Sebbene a certe persone piaccia giocare occasionalmente, il giocatore patologico di solito progredisce dal gioco occasionale al gioco abituale e continuativo.

Secondo i manuali di diagnosi psichiatrica il gioco d’azzardo patologico o ludopatia viene diagnosticato attraverso  la presenza di quattro (o più) dei seguenti sintomi in un periodo di 12 mesi:

  • Bisogno di giocare grandi somme di denaro sempre maggiori per provare la stessa o più eccitazione.
  • Aver tentato di ridurre o abbandonare il gioco d’azzardo in maniera  infruttuosa.
  • Sentirsi irrequieti o irritabili quando si tenta di ridurre o smettere di giocare.
  • Provare molta preoccupazione o avere eccessivi pensieri legati al gioco (ad es. ricordare esperienze di gioco precedenti, pianificare la prossima giocata, pensare a modi per ottenere denaro con cui giocare ancora).
  • Il bisogno di giocare può aumentare nel tentativo di sfuggire da problemi personali, per sentimenti di impotenza o colpa o nel eliminare le emozioni di tristezza o di ansia
  • Scommettere maggiori quantità di denaro per cercare di recuperare le perdite precedenti.
  • Mentire sulla quantità di tempo o denaro spesi nel gioco d’azzardo.
  • Perdere il lavoro, una relazione, o opportunità educative o di carriera a causa del gioco d’azzardo.
  • Chiedere in prestito denaro a causa di perdite di gioco, soprattutto quando le situazioni finanziarie diventano disperate a causa del coinvolgimento nel gioco d’azzardo.

La dipendenza dal gioco d’azzardo è un problema significativo nella maggior parte delle nazioni mondiali, colpisce gli adulti di tutte le età. Ne sono affetti dall’1 al 3% di adulti, negli uomini più spesso che nelle donne. Di solito inizia nell’adolescenza negli uomini e più tardi nelle donne. Fino a poco tempo fa, i casinò e le scommesse sportive erano difficilmente accessibili. La crescita dell’utilizzo di Internet e la nascita di sale slot hanno aumentato drasticamente la possibilità di accesso a tutti gli adulti, compresi gli anziani. Quest’ultimi forse più vulnerabili rispetto ad altri gruppi di età, data la loro maggiore dipendenza da redditi fissi e una capacità più limitata di recuperare dalle perdite di gioco.

Ulteriori complicazioni

Le persone con comportamenti patologici di gioco hanno spesso problemi con l’abuso di alcool e altre sostanze, di depressione e d’ansia. Le persone con comportamenti patologici di gioco d’azzardo prendono spesso in considerazione il suicidio, e alcuni di loro lo tentano.

Le persone con comportamenti patologici di gioco tendono ad avere problemi finanziari, sociali e legali. Come bancarotta, divorzio, perdita del lavoro e il carcere. Lo stress e l’eccitazione del gioco d’azzardo possono portare ad attacchi di cuore nelle persone a rischio. Ottenere il trattamento giusto può aiutare a prevenire molti di questi problemi.

Come uscire dal gioco d’azzardo patologico?

Il gioco d’azzardo compulsivo può essere trattato. Il trattamento inizia con il riconoscimento del problema da parte di chi ne soffre.

Le opzioni di trattamento includono psicoterapia individuale, di gruppo e gruppi di supporto di auto-aiuto. I principi dell’astinenza che si applicano ad altri tipi di dipendenza, come l’abuso di sostanze e la dipendenza da alcol, sono utili anche nel trattamento del comportamento compulsivo del gioco d’azzardo.

Come l’alcol o la tossicodipendenza, il gioco d’azzardo patologico è una malattia cronica che tende a peggiorare senza trattamento. Anche se con il trattamento, è normale ricominciare a giocare d’azzardo (recidiva), le persone con gioco d’azzardo patologico possono trovare molti benefici con il trattamento giusto. Molte persone sono in grado di ottenere il controllo sulla propria vita dopo aver intrapreso un trattamento corretto.

La ricerca scientifica ha dimostrato che la terapia cognitivo-comportamentale può essere molto utile per le persone con problemi di gioco d’azzardo, in quanto li aiuta ad identificare i pensieri, gli atteggiamenti e le convinzioni che li portano a giocare d’azzardo. Un approccio cognitivo e comportamentale affronta inoltre le distorsioni cognitive del giocatore (errate convinzioni) per aiutarlo a mantenere nel tempo l’astinenza al gioco.

dott. Giovanni Zanusso

Chiama ora